Davide Matera, Fossi altro e tu altra

Fossi altro e tu altra

Per stagioni e lune

Direi che incontrarti

È stato come morire

E nascere ancora

 

Come su di tappeto

Di stelle a notte volare

Come di luce di abbaglio

Accecante accecarsi

Come sentire dolce

canzone

Che si canta con il canto

Della malinconia d’autunno

 

Fossi tu altra da te

Ed io altro

Tutto sarebbe così bello

Da pensare che viviamo

di sogni

 

E temere che tutto

è così com’è

Per  strano straniato

sortilegio

 

E che mai e poi mai

Esisti così come ti vedo

Come  luce che in me

Mi avvolge

In questa volta celeste

 

In questo pudico pensarti

Segreto nascosto dell’etterno

Mio innamorarsi.

 

13417569_10209689610102785_4693173904578721030_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...